Unire la dolcezza alla creatività è possibile?
La risposta è chiaramente si! immergetevi in un mondo di dolce innovazione con le stampanti 3D al cioccolato. La fusione di tecnologia avanzata e delizioso cioccolato in modo da dare vita ad un’esperienza unica, permettendovi di trasformare le vostre idee in dolci capolavori personalizzati. Scopriamo insieme il magico connubio tra la precisione della stampa 3D e il piacere irresistibile del cioccolato.

Ma come funziona questa tecnologia? 
– si inserisce un mezzo “sigaro” di cioccolato fondente nella cartuccia di acciaio inossidabile oppure della granella di cioccolato;
– avviare il programma e scaldare in modo da far sciogliere il cioccolato (circa 9 minuti);
– scegliere il decoro/oggetto da produrre;
Рraccogliere e eliminare il primo cioccolato che esce finch̩ non viene estruso un nastro costante di cioccolato;
– lasciare indurire la decorazione sul tappetino di silicone prima di rimuoverla.

Inutile dire che il prodotto finale è totalmente commestibile ma questa tecnologia ha dei pro e dei contro:
 Un vantaggio è certamente la possibilità di realizzare forme molto complesse, spesso non producibili con metodi più tradizionali. Inoltre, i prodotti stampati in 3D sono anche molto personalizzabili. Questo significa che è possibile realizzare delle forme uniche e originali;

Spesso però preparare una pietanza con la stampa 3D richiede molto più tempo dei metodi convenzionali, e maggiore tempo di produzione significa maggiore costo.

Considerazioni:

La stampa 3D di alimenti ha un grande limite percettivo, perché questa tecnologia è sempre associata alla plastica. In realtà anche gran parte del cibo che consumiamo tutti i giorni è prodotto per estrusione e, da un certo punto di vista, lo stampaggio riduce la manipolazione dell’uomo, diminuendo il pericolo di contaminazione. Eppure, il cibo stampato in 3D lascia grandi perplessità a gran parte delle persone…